GUARDIE LIPU

NUCLEO GUARDIE LIPU VICENZA


Le guardie Lipu di Vicenza si costituiscono nel 1994 ad opera di due soci. Attualmente e' composta da 5 guardie, coordinate dalla Polizia Provinciale di Vicenza.
Si tratta di attivisti con molta esperienza, che ogni anno danno il loro contributo per far rispettare le leggi statali e regionali relative alla protezione della fauna e dell'ambiente.
Il loro numero e' troppo limitato rispetto alla vastita' del territorio della Provincia di Vicenza, ma purtroppo mancano le nuove leve.
Le guardie Lipu sono conosciute dai cacciatori vicentini per le numerose denunce amministrative e penali eseguite a loro carico nel corso di questi anni di attivita'.
Proficuo e' il rapporto con gli agenti della Provincia di Vicenza e il Corpo Forestale di Stato.
Fare la guardia volontaria non e' facile: dopo un severo corso di preparazione si deve superare un esame davanti un'apposita commissione regionale, ma questo e' solo il primo passo.
Una volta superata tale prova, comincia il vero lavoro della guardia volontaria:
levatacce mattutine, camminate fra boschi e campi, lunghi appostamenti diurni e qualche volta anche notturni, in qualsiasi condizione atmosferica.
Non ci sono compensi ne rimborsi spese, ma la soddisfazione di aver compiuto il proprio dovere ripaga ogni sacrificio.




Principali regole della caccia
Distanze dalle case. La caccia e' vietata entro un raggio di 100 metri da case, fabbriche, edifici adibiti a posto di lavoro. E' vietato sparare in direzione degli stessi da una distanza inferiore di 150 metri.

Distanze da mezzi agricoli. La caccia e' vietata a una distanza inferiore a 100 metri da macchine agricole in funzione.

Distanze da strade e ferrovie. La caccia e' vietata per una distanza di metri 50 dalle strade (comprese quelle comunali non asfaltate) e dalle ferrovie. E' vietato sparare in direzione delle stesse da una distanza inferiore a 150 metri.

Distanze da animali domestici. La caccia nei fondi con presenza di bestiame allo stato brado e semi-brado e' consentita solo ad una distanza non inferiore a 100 metri dalla mandria, dal gregge o dal branco.

E' vietata la caccia su terreni coperti il tutto o nella maggiore parte da neve.

E' vietata la caccia i giorni di martedi' e venerdi' anche se festivi.

E' vietato cacciare in un fondo chiuso.

E' vietata la caccia sparando da veicolo a motore da natante o aeromobile.

Mezzi vietati di caccia. Reti, trappole, tagliole, vischio, esche e bocconi avvelenati, lacci, archetti, balestre , gabbie trappole, richiami acustici a funzionamento meccanico, elettromagnetico o elettromeccanico, con o senza amplificatore acustico infine l'uso del telefonino con inserito i canti di uccelli cacciabili usato come richiamo.

Dal codice penale:

Violazione di domicilio. L'articolo 614 del codice penale punisce chi si introduce nei giardini e nelle pertinenze delle abitazioni civili.

Spari nei pressi delle abitazioni. L'art.703 del codice penale "accensioni ed esplosioni pericolose" punisce chi in un luogo abitato o nelle sue adiacenze o lungo una pubblica via o in direzione di essa spara con armi da fuoco.

Disturbo delle persone. L'articolo 659 del codice penale "Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone" punisce chi con rumori molesti disturba le occupazioni o il riposo delle persone.

Uccisione di cani, gatti o animali da cortile. L'articolo 638 del codice penale "uccisione o danneggiamento di animali altrui" punisce chi uccide o rende inservibili, deteriora o avvelena gli animali che appartengono ai privati.