BRACCONAGGIO NEL VICENTINO

 04/03/2020

CONCLUSA LA STAGIONE ANTIBRACCONAGGIO DEL NUCLEO DELLE GUARDIE VENATORIE VOLONTARIE DELLA LIPU DI VICENZA L'episodio piu' grave portato alla luce dal Nucleo di Guardie venatorie della Lipu, in collaborazione con gli agenti della Polizia Provinciale, e' avvenuto un paio di mesi fa e ha visto come protagonista un industriale dell'alto vicentino residente nel comune di Costabissara. Il bracconiere e' stato sorpreso a sparare, direttamente dal portico della propria abitazione, ai lucherini e ai pettirossi che, attirati dai richiami, si posavano sugli alberi del proprio giardino. A seguito dell'intervento della Polizia Provinciale, al bracconiere e' stato sequestrato un ingente quantitativo di animali protetti e mezzi di cattura illegali: 2 gabbie a scatto, altre 5 gabbie contenenti specie protette, un richiamo elettroacustico, due fucili e ben 94 uccelli morti appartenenti a specie protette e particolarmente protette tra cui cardellini, pettirossi e lucherini. L'operazione e' stata effettuata con il coordinamento e la collaborazione della Polizia Provinciale di Vicenza: un'importante istituzione fondamentale nella lotta al bracconaggio che andrebbe rafforzata e valorizzata. Il bracconaggio nella nostra provincia e' purtroppo presente, ma la Lipu guarda con fiducia al futuro: la cosa piu' importante e' sensibilizzare le persone al rispetto delle leggi e della natura, soprattutto le nuove generazioni, sono loro la nostra speranza.